Vai al menu
Vai al contenuto

VALERIANA - 缬草属
Valeriana officinalis

Indicazioni

Abuso di nicotina, affaticamento a causa del lavoro, anoia (ansietà), calmanti (interiore), crampi, crampi di grida, depressione (calmante), emicrania nervosa, esaurimento nervoso, inquietudine (interno), insonnia, disturbi della mestruazione, crampi mestruali, nervosismo (calmante), paura degli esami, rilassamento, disturbi e irrequieto del sonno, stanchezza nervoso, stress, tensione, mal di testa nervoso ...

Descrizione

Composizione :
Capsula, 100% Valeriana officinalis radix

Parte utilizzata :
Radici

Tutti conoscono il tipico, penetrante aroma della valeriana parti-colarmente apprezzato dai gatti. Già gli antichi greci e romani cono-scevano la valeriana che fu apprezzata anche come rimedio contro la gotta e le fitte ai fianchi. E’ solo intorno al 1800 che Christoph W. Hufeland scoprì le proprietà tranquillanti e neurotoniche della valeriana. La radice della valeriana contiene delle sostanze preziosissime: acido isovalerianico (soprattutto dopo una stagionatura di un anno), oli essenziali, alcaloidi quali chatinina, valerina, tannino, acido formico, acido acetico, valerianaepossitriestere che hanno effetto calmante ed antispastico. La radice di valeriana può essere impiegata in tutte le turbe nervose. Riduce gli stati di tensione e di agitazione equilibrandoli e conciliando il sonno. E’ la chiave della tranquillità, non causa sonnolenza e non ha effetto narcotizzante come i sonniferi chimici. La radice è adatta in caso di paura di esami influenzando positivamente la capacità di rendimento e la concentrazione, anche quando si guida. Considerato che la valeriana conferisce un cattivo sapore quando si fuma tabacco, è pure in grado di aiutare a smettere di fumare. Il dosaggio può essere aumentato senza problemi per ottenere un effetto più forte. La capsula di gelatina è vantaggiosa poiché attenua l’aroma penetrante. Risulta così facile assumere la radice di valeriana che contiene tutte le sostanze attive della radice e non solo l’estratto. In caso di difficoltà respiratorie, la valeriana in polvere dovrebbe essere assunta con finocchio e zucchero. Le radici di valeriana vengono disotterrate in autunno. La valeriana non va assunta per periodi di oltre 3-4 settimane, potendo l’uso continuo portare a cefalee e palpitazioni. Ideale è l’alternanza con melissa (vedi melissa); per donne anche con il luppolo (vedi luppolo). La valeriana rafforza l’effetto dei sonniferi e non dovrebbe essere assunta contemporaneamente con tali medicamenti o solo in dose ridotta.

Dosaggio

La serra, 1 ora prima di dirmire 3 capsule come calmante, 3 x 2 capsule al giorno con acqua 270 mg/capsula

Stampa