Vai al menu
Vai al contenuto

TRIFOGLIO ROSSO
Trifolium pratense

Indicazioni

Problemi legati alla menopausa, stati depressivi da carenze ormonali), sindrome premestruale, agitazione, osteoporosi, nervosismo, acne, contro le rughe......

Descrizione

Composizione :
Capsule 100% estratto trifolium pratense (8% di isoflavone)

Parte utilizzata :
Fiori (folglie)

Il trifoglio rosso (trifolium pratense) è una sottospecie dei fiori delle farfalle (faboideae) della famiglia de fabaceae o leguminosae. Nella catalogazione delle specie, viene situato nella sezione trifoglio. Il trifoglio rosso è una pianta erbacea perenne, che raggiunge l'altezza di 15-60 cm. Lo stelo può essere liscio o peloso. Le foglie sono disposte a spirali alternate, sono rotonde alla base e più allungate in cima, con una lieve peluria da ambo i lati e hanno una striatura bianca. Il trifoglio rosso cresce nei prati e tra le altre erbe. Viene coltivato dai contadini come foraggio per gli animali. È ricco di fitormoni (chiamati anche fitoestrogeni). Questi ormoni vegetali sono da considerare come sostanze vegetali secondarie. I fitormoni hanno un effetto più debole dovuto alla loro specifica qualità, ma simile agli ormoni sessuali del corpo. Perciò possono integrare una produzione ridotta di ormoni del corpo. Ad alti dosaggi lenisce l'effetto dovuto a scompensi ormonali che provocano rughe e acne. È stata constatata anche una protezione contro certe forme di cancro dovute a carenze ormonali. Per esempio cancro dell'utero, seno o prostata. Questi fitoestrogeni, nel trifoglio sono presenti soprattutto isoflavone, genistein e daidzein, possono rallentare e perfino impedire il deterioramento delle ossa. Sempre più studiosi della nutrizione attribuiscono a queste sostanze vegetali secondarie, proprietà utili alla salute. Non danno per il momento delle raccomandazioni, ma si è potuto dimostrare che 40mg di isoflavone è un complemento ideale al nutrimento quotidiano. Gli isoflavoni sono molto simili agli estrogeni femminili. Chi utilizza il trifoglio rosso riesce generalmente a non fare uso di altri ormoni. In Asia e in America latina, dove attraverso il cibo vengono consumati molti isoflavoni, le malattie tipiche della nostra civilizzazione, sono rare. Studi comparati hanno dimostrato che il consumo di alimenti contenenti molti isoflavoni, abbassa il rischio di contrarre alcune forme di cancro. Perciò la protezione delle cellule data dalle sostanze vegetali secondarie, non fanno bene solo alle donne, ma anche gli uomini possono approfittare di queste proprietà di prevenzione. Nuove ricerche dimostrano un significativo miglioramento dello stato della pelle in caso di acne, invecchiamento e rughe.

Dosaggio

2volte al giorno 1 capsula con molta acqua
350mg/ capsula

Stampa