Vai al menu
Vai al contenuto

CARDO MARIANO
Silybum marianum / Carduus marianus

Indicazioni

Bilare(debolezza, stasi bilari, infiamazione della cistifellea, colica bilare, colpi ai fianchi, insufficienza epatica, rigenerazione delle cellule epatiche, fegato ipertrofico, hepatitis (trattamento dopo, leucemia (trattamento successivo), intossicazione da mercurio, disturbi della milza, colpi ai fianchi ...

Descrizione

Composizione :
Capsula, 100% Silibum marianum fructus

Parte utilizzata :
Frutti

Sin dal medioevo la pianta viene utilizzata a scopo terapeutico e Paracelso scrisse nel suo libro che la pianta è utile "contro le fitte interne". Nel XVII secolo il medico Rademacher ha fatto uno studio approfondito sulla pianta raccomandandola quale rimedio proteggi-fegato. Come una delle migliori piante di protezione epatica aiuta a lenire ogni debolezza e disturbo del fegato, addirittura eliminandoli. Sono pure stati ottenuti successi in: cirrosi epatica, epatite (anche cronica), aumentati valori di bilirubina nel siero, mancanza di appetito e stasi nel trattamento delle vene varicose e delle emorroidi. Il complesso delle sostanze attive contenente silimarina nel cardo mariano tonifica il fegato, lo disintossica e lo protegge e favorisce il flusso biliare e la circolazione. Il cardo mariano è persino in grado di favorire la produzione di nuove cellule epatiche, qualità di poche piante officinali (ad es. desmodio), ecco perché è utile anche in caso di danni al fegato causati da alcol e solventi. E’ utile una cura per la protezione del fegato 2-3 volte l’anno a solo scopo preventivo e per disintossicarsi dei veleni dell’ambiente che assumiamo con la nutrizione e con l’aria. I semi del cardo mariano possono essere assunti per periodi prolungati senza temere un’irritazione del fegato. Considerato che il cardo mariano è difficilmente solubile nell’acqua è evidente il vantaggio della capsula che contiene, senza additivi, tutte le sostanze attive dei semi del cardo mariano.

Dosaggio

3 x 2 capsule al giorno con molta acqua, la terza volta prima di
dormire. 300 mg/capsula

Stampa