Vai al menu
Vai al contenuto

RUSCO PUNGITOPO
Ruscus aculeatus

Indicazioni

Couperose, edemi, emorroidi (circolazione del sangue), circolazione capillare, debolezza venosa, infiammazione venosa, stasi venosa, ulcere varicose e venose, vene varicose ...

Descrizione

Composizione :
Capsula, 100% Ruscus aculeatus rhizoma

Parte utilizzata :
Radice, rizoma - raccolto in autunno

Il rusco pungitopo sempreverde è diffuso in Ticino ed in tutta la zona del mediterraneo su pendii asciutti e ripidi. Il rizoma nodoso viene sotterrato in autunno e seccato al sole. I principi attivi, ruscogenina, neoruscogenina, saponine, ruscina, potassio e calcio hanno effetto antinfiammatorio, vasodilatatore, emostatico, antipiretico e diuretico. La composizione chimica delle sostanze attive del rusco pungitopo è data da una struttura steroidale che si trova pure nei corticoidi, negli ormoni della corteccia surrenale. Questi steroidi hanno azione antinfiammatoria ed emostatica. La fragilità dei capillari si stabilizza. Nella sua farmacologia il medico e farmacologo greco Dioskurides (I sec.) ha descritto esaurientemente l’effetto del rusco pungitopo. Le affezioni venose sono il principale campo d’applicazione del rusco pungitopo che esercita un’influenza ancora maggiore sulla tensione dei vasi che non l’ippocastano. Riduce inoltre la permeabilità della membrana capillare con conseguente miglioramento degli edemi. Il rimedio venoso riduce anche i gonfiori delle emorroidi infiammate. Dovrebbe essere assunto per un periodo prolungato, almeno 3 mesi. In Svizzera, la pianta è protetta, è quindi indicato utilizzare i prodotti già pronti.

Dosaggio

3 - 6 capsule al giorno con molta acqua
250 mg/capsula

Stampa