Vai al menu
Vai al contenuto

MORINGA OLEIFERA
Moringa oleifera

Indicazioni

Debolezza del sistema immunitario, mancanza di vitamine e sali minerali, gravidanza, allattamento ...

Descrizione

Composizione :
100% moringa oelifera folium - 250 mg

Parte utilizzata :
Foglie

La moringa oleifera, detto anche albero del rafano, ben oleifera, albero miracoloso, appartiene alla famiglia delle moringacee. A crescita rapida, questo albero può raggiungere un’altezza da 5 a 8 metri in un anno.

Le Moringa sono piccoli arbusti o alberi con radici dalla forma che ricordano le carote o dei tuberi, chiamate anche “alberi bottiglia” a causa della forma dei loro tronchi. Il termine “Ben Oleifera” deriva dal fatto che dai suoi semi viene estratto l’olio di ben, un olio lubrificante molto stabile che è stato a lungo apprezzato nell’industria orologiera.

Originario della regine dell’Himalaya, nell’India del nord-est, viene coltivato da decenni in modo intensivo. In seguito ha trovato radici nelle regioni tropicali e subtropicali, soprattutto in Africa, nella penisola arabica, in asia del sud est e nelle isole caribiche.

Contrariamente a quanto accade in India e nell’Africa orientale l’albero è apprezzato per l’elevato valore nutritivo delle sue foglie per contrastare la malnutrizione, ma anche come rimedio naturale in diversi campi d’applicazione, in quanto le voglie curano le infiammazioni. In India il succo delle foglie viene consumato come bevanda ricca di vitamine. Questo contribuisce ad accrescere l’energia in modo naturale, a rinforzare il corpo, migliora il sistema immunitario e contrasta l’insorgere di numerose malattie, curando diversi disturbi. La gomma della corteccia è solubile nell’acqua e viene usata come cataplasma per ferite.

La ricchezza dei valori nutritivi contenuti nelle foglie di Moringa è stata provata. Hanno un forte tenore di proteine, sono ricche di vitamine, soprattutto A e C, e di sostanze minerali (calcio, magnesio, potassio, ferro e sodio).

Sono presenti da 17 a 20 aminoacidi, di cui 11 essenziali e indispensabili per l’uomo. Per esempio, 100 grammi di foglie di moringa contengono 6.780mg di vitamina A (la carota: 1,890 mg), 220 mg di vitamina c (le arance: 30 mg), 440 mg di calcio (il latte: 120 mg), 259 mg di potassio (banane: 8 g), 6,7 g di proteine (il latte: 3,2 g). Ma sono anche ricche di vitamina D, acido folico, calcio e ferro.

Questo ha fato sì che alcuni Stati africani abbiano cominciato a promuovere l’albero di Moringa come sostituto della carne. Le donne in gravidanza si alimentano con le foglie di moringa, che contengono elementi nutritivi necessari per una buona gravidanza e un bebé in buona salute. Le madri che allattano apprezzano particolarmente l’effetto delle foglie di Moringa, in quanto aumentano il livello di elementi nutritivi del latte materno, aumentandone la quantità. Inoltre contengono potenti antiossidanti quali la clorofilla, gli acidi grassi Omega3, aminoacidi e più di 90 elementi nutritivi essenziali. In quanto alimento la Moringa non ha effetti secondari ed è ora proposto con il marchio di qualità Bio.

Una minima quantità di polvere di semi può purificare parecchi litri d’acqua, in quanto fanno da legante con le materie in sospensione e può quindi essere utilizzata per la preparazione di acqua potabile. Gli alcaloidi (spirochina e moringinina) contenuti nelle radici agiscono contro i batteri, per cui è in corso lo studio dell’utilizzo come antibiotico, nella protezione biologica delle piante.

Film vom ZDF:

Dosaggio

3 x 2 capsule al giorno, con molta acqua

Stampa