Vai al menu
Vai al contenuto

Jiaogulan
Gynostemma pentaphyllum

Indicazioni

Depressioni, Colesterolo, debolezza immunitaria, trattamento dopo un tumore, prevenzione ictus e infarto cardiaco ...

Descrizione

Composizione :
100% Gynostemma pentaphyllum folium

Parte utilizzata :
Foglie

Questa pianta in Cina viene chiamata “Erba dell’immortalità” (Xiancao) e Ginseng del Sud. Il Jiaogulan è una pianta che resiste al freddo fino a -18° e, pur morendo, in inverno germoglia di nuovo a primavera. Per proteggerla durante l’inverno va coperta con la paglia. Il Jiaogulan è un rampicante erbaceo semplice a crescita rapida della famiglia delle cucurbitacee, originario dell’Asia, nella regione montagnosa della Cina centrale. E’ dioico ed eteroico. Gli abitanti di questa parte della Cina assumono da sempre il Jiaogulan come thé rivitalizzante e un gran numero di persone che hanno raggiunto i 100 anni di vita attribuiscono a questa pianta il merito della loro longevità. Il più antico utilizzo proviene è senza dubbio da questa zona, dove la pianta veniva consumata come verdura verso il 1400, in tempo di carestia. I primi utilizzi in campo medico datano del 1580. Gli autoctoni dicevano che “funziona meglio del ginseng”, da cui la designazione xiancao, pianta dell’immortalità. Da danni, e non solo nell’Asia orientale ma anche negli Stati uniti ed in Europa, il xiancao è sempre più apprezzato come alternativa a buon mercato al ginseng, soprattutto perché può facilmente essere coltivato in giardino o in vaso. I componenti sono comparabili a quelli del ginseng. Il Jiaogulan contiene anche saponine specifico, i cosiddetti gipenosidi (è stata provata l’esistenza di 83 differenti saponine, mentre che il ginseng ne contiene circa 20 – i panaxosidi -), come pure polissaccaridi, cetoni, acidi amminici, proteine, oligoelementi e vitamine, che insieme ne fanno un complesso attivo adattogeno e soprattutto responsabile di questo effetto benefico ed equilibrante. Le saponine sono dei legami organici naturali che partecipano tra l’altro alla sintesi ormonale. Questo e il motivo per cui il Jiaogulan è particolarmente apprezzato dalle donne ed è chiamato il “ginseng delle donne”. Il Jiaogulan non ha effetti collaterali ed ha sempre un effetto calmante ed equilibrante, rinforza il sistema immunitario, ematopoietico, citostatico, riduttore dello stress e stimolante del metabolismo. I gipenosidi stimolano l’enzima superossido dismutasi contenuto nel corpo – un antiossidante molto efficace che protegge tra l’altro i vasi dai radicali liberi che favoriscono l’arteriosclerosi e che agisce contro la coagulazione delle piastrine, prevenendo le trombosi.

Il Jiaogulan stimola anche la memoria e i nervi ottici, ciò che è importante per i pazienti SEP. Il Jiaogulan agisce in modo calmante sui nervi e fortifica le persone dai nervi fragili. Si riposa meglio dopo uno sforzo e si dorme meglio, essendo preoccupazioni e paure meglio gestite. Le infiammazioni e le malattie infettive possono essere trattati con il Jiaogulan, così come bronchite o la tosse ed addirittura sembrerebbe risolvere problemi di tachicardia e fatica cronica. Si percepisce immediatamente un’ondata di energia appena si consumano alcune foglie fresche della pianta. Viene definito una sort di elisir di giovinezza e permette di conservare la salute, questo è ciò che dicono gli abitanti del paese di origine di questa meravigliosa pianta.

La medicina tradizionale cinese classifica la pianta in quanto tonico per il QI, zuccherata, leggermente amara e l’effetto termico viene catalogato come freddo. Si rapporta all’organo dei polmoni e della milza. Nel 1991, in occasione della conferenza internazionale per la medicina tradizionale cinese tenutasi a Pechino, il Jiaogulan è stato classificato tra le dieci piante più efficaci. Le foglie della pianta sono consumate sotto forma di thè. Il thè a un buon gusto e può essere preparato ia con foglie essiccate che con foglie fresche. Le foglie fresche hanno un miglior gusto. I giovani e croccanti germogli possono essere aggiunti alle insalate, a cui conferiscono una piacevole nota esotica. Riassumendo si può dire che gli effetti del Jiaogulan soo da una parte adattogeno e d’altra parte un forte antiossidante.

A coloro che desiderano saperne di più consiglio particolarmente di leggere “Il Jiaogulan, la pianta cinese dell’Immortalità”, di Michael Blumert e del dr. Jialiu Liu.

Noch ein Film gedreht in Stetten AG (Schweiz)

http://vimeo.com/65678963

Dosaggio

3-6 capsule al giorno

Stampa