Vai al menu
Vai al contenuto

BIANCOSPINO - 山楂
Crataegus oxyacantha

Indicazioni

Angina pectoris, arteriosclerosi, disturbi della circolazione cardiaca, prevenzione o dopo infarto, cardiopalmo (batticuore), congestione nella testa, fitte cardiache, insufficienza cardiaca, stimolazione del cuore, cuore ipertrofico, debolezza di circolazione, insonnia, ipotensione, pulsazione irregolare, mancanza di respiro, regolare la pressione, circolazione sanguigna, stasi venosa, vertigine ...

Descrizione

Composizione :
Capsula, 100% Crataegus oxyacantha

Parte utilizzata :
Fiori, Fogli, Frutta

L’arbusto con rametti spinosi, alto fino a 3 m, può raggiungere l’età di 500 anni (Crataegus deriverebbe dal greco - forza). Durante la fioritura (aprile-maggio) sembra cosparso di neve, da qui il suo nome. Le foglie sono pentalobate a margine interno. E’ un ottimo profilattico e può essere assunto per anni contro i summenzionati sintomi. Il suo effetto è lento ma di lunga durata, ecco perché il biancospino viene pure definito la valeriana del cuore, calmando il cuore e dilatando i vasi. Si dice che il biancospino superi l’effetto della Digitalis. Regola sia la pressione sanguigna alta che quella bassa. Specialmente le persone anziane dovrebbere assumere il biancospino regolarmente. Aumenta il metabolismo del cuore e, nell’ambito del trattamento successivo in caso di infarto cardiaco, può essere abbinato agli altri medicamenti. Soprattutto in combinazione con olio di borragine migliora lo stato generale. Il dosaggio può essere aumentato senza effetti collaterali. Attenzione: Non impiegare in sostituzione dei medicamenti prescritti dal cardiologo.

Componenti principali: Flavanoidi (querecitina, rutina, iperoside), triterpen, C-glicosidi dell'apigenina, olio essenziale, procianidine, acido ascorbica, colina ...

Dosaggio

3 x 2 capsule al giorno con molta acqua
270 mg/capsula

Stampa