Vai al menu
Vai al contenuto

PU-ERH-TEA - 綠茶 / 绿茶
Camellia assamica

Indicazioni

Sovrappeso, colesterolo, disturbi digestivi, depressioni leggere, stanchezza, diarrea, mal di testa e emicrania, infezioni grippali, dopo eccessiva ingestione di alcolici, regola il ricambio del fegato, rinforza nervi e cervello….

Descrizione

Composizione :
Capsula, 100% Camellia assamica fol.

Parte utilizzata :
Foglie

Sempre mi vengono richieste piante che possano aiutare in caso di sovrappeso. È un fatto che le calorie assunte col cibo devono essere ridotte. Altre possibilità sono la stimolazione della digestione con gli enzimi, diminuire l’appetito con fibre e nel contempo regolare lo specchio zuccherino nel sangue, o stimolare leggermente la tiroide, per accelerare il metabolismo. Siccome per certe persone tutto ciò non è sufficiente a controllare il peso, cercano altre possibilità per mantenere il proprio peso ideale o per raggiungerlo. Il Pu-Erh porta generalmente la soluzione. Il Pu-Erh è una qualità di camelia cinese cioè un tipo di tè verde che cresce nella provincia di Yunnan. Un tipico prodotto di quella regione grande circa 10 volte la Svizzera. Lo Yunnan è definito anche dell’eterna primavera, perché copre tutte le zone climatiche, dai territori tropicali, a montagne di 6000 metri. Lo Yunnan possiede, con la sua ricca e variata flora, il più bel paesaggio della terra, dove crescono molte delle tradizionali erbe medicinali cinesi. Né industrie né inquinamento disturbano le utili erbe medicinali.

Nel territorio dell’alto Yunnan cresce un albero del tè Qingmao di almeno 800 anni, alto 30 metri, che è considerato il padre del Pu-Erh. L’albero del tè Qingmao cresce soprattutto fino a 2000 m s.m., nelle zone montagnose dove non gela e con poche precipitazioni. Gli esperimenti scientifici eseguiti da secoli negli istituti di ricerca dello Yunnan, dimostrano che il Pu-Erh agisce quale regolatore del colesterolo. In Cina il Pu-Erh è indicato semplicemente quale tè salutare. Favorisce l’energia vitale “Qi” (pronuncia ci) e porta il corpo all’equilibrio energetico.

Ci sono indicazioni che alcune qualità sono conservate in modo tale che si produca una patina di preziosa muffa (da paragonare con l’uva, la cui patina contiene lievito e funghi di muffa, affinché il prezioso succo d’uva si trasformi in profumato vino). Così forse si spiegano alcuni effetti di questa speciale qualità di tè verde, chiamato anche tè rosso. Il Pu-Erh è prodotto con una procedura molto particolare che non corrisponde agli odierni schemi di fabbricazione. Le grosse foglie verdi sono pressate come “torte” e fermentate finché non diventano di colore rosso -bruno. Ancora oggi c’è un mistero intorno alla fabbricazione tradizionale, che da noi non è ancora stato ben chiarito. Come per il vino, avviene una fermentazione durante uno speciale magazzinaggio, durante il quale i vari batteri hanno la possibilità di trasformare il prezioso tè verde in Pu-Erh. Si dice che in origine si volevano conservare la sana foglia di tè verde per averne una scorta. Il prezioso tè doveva anche sopportare il trasporto fino dall’imperatore, senza rovinarne la qualità. In seguito fu immagazzinato nelle grotte delle montagne dello Yunnan, in modo complicato e misterioso. Il grado di maturazione (come per il vino) gli conferisce il gusto unico e le sue proprietà terapeutiche. La sua efficacia aumenta con l’aumentare della durata dell’immagazzinaggio, per questo ci sono diverse qualità e prezzi. I più preziosi Pu-Erh restano immagazzinati fino a 60 anni. Il più sicuro è ottenere l’originale dalla Cina, in quanto la Cina vigila strettamente la sua qualità per l’esportazione. Il Pu-Erh è usato per curare difficoltà digestive, lievi stati depressivi, dopo ingestione eccessiva di alcolici, contro la stanchezza, diarrea, mal di testa ed emicrania. Test clinici hanno dimostrato che il Pu-Erh può raddoppiare lo smaltimento dell’alcool nel fegato, che è distruttore di grassi, brucia l’eccedenza di grasso nel corpo e aiuta nella digestione di cibi troppo grassi. Inoltre si è visto che mentre vengono bruciati i grassi e durante la ripresa di energia, dai cuscinetti di grasso sono emessi chetoni, che producono acido eccessivo del tessuto e che potrebbero provocare reumatismi o la gotta. I chetoni vengono bruciati solo sotto l’azione dei carboidrati. Badate perciò all’approvvigionamento di carboidrati, p.es. frumento, spelta, riso, ecc. Zhao Xuemin, un medico cinese del 18.e19 secolo scriveva: se un uomo beve regolarmente Pu-Erh, avrà una vita lunga e sana. Lui arrivò a 102 anni perché beveva giornalmente Pu-Erh. Questo è un indizio per un sano ricambio del fegato, in quanto anche il Dr. h.c. Alfred Vogel rileva nel suo libro, come un fegato sano, possa favorire la salute e allungare la vita di diversi anni. Il Pu-Erh favorisce l’armonizzazione di tutto il corpo e nel contempo rinforza la digestione, attiva i nervi, il cervello e la psiche. In Cina vige il principio : Cibo = farmaco. Perciò il tè medicinale viene preparato e bevuto con cura e cerimonie. Da noi all’ovest ci aspettiamo in generale dalle piante medicinali che, come i medicamenti chimici, agiscano subito. Nelle erbe medicinali dovremmo invece vedere cibi che servano al mantenimento della vita e al miglioramento della qualità della vita, anche se agiscono molto più lentamente però con meno interventi collaterali. Anche qui vale naturalmente il principio: ” Di più non è sempre meglio, dipende dalle dosi “.

Dosaggio

3-6 capsule al giorno con molta acqua

Stampa